Monopattino in legno: come montarlo correttamente

Come montare correttamente un monopattino di legno. Suggerimenti e caratteristiche da considerare per sceglierne uno adatto alle proprie esigenze.

Disimballaggio del monopattino in legno

Nella confezione di un monopattino in legno di solito ci sono i seguenti pezzi:

  • una barra con le maniglie e un morsetto su di essa;
  • una ruota;
  • una parte del ponte composta da una forcella, una serie sterzo, un’impugnatura, una ruota posteriore e un freno;
  • una vite di compressione;
  • una grande chiave;
  • una piccola chiave per mettere la ruota.

Iniziamo il montaggio svitando la fascetta che normalmente deve essere già svitata. Quindi mettiamo la barra sulla forcella. Ci sarà un po’ di gioco, quindi non esitate a mettere tutti gli elementi al limite in modo che anche quando non è ancora stretto ci sia il minor gioco possibile. Il prossimo passo è stringere il sistema di compressione. È necessario prima capovolgere il monopattino di legno e svitare l’asse dalla ruota anteriore utilizzando due chiavi.

Attenzione a non perdere i due piccoli distanziali color oro che si trovano nella forcella, perché senza queste due parti la ruota non girerà molto bene.

È meglio rimuovere i distanziatori e metterli da parte. Quindi, con la chiave grande, inserire la vite di compressione all’interno della forcella. Non esitare ad andare fino in fondo, finché non senti che stai entrando in una filettatura e inizi ad avvitare delicatamente. Una volta che sei sicuro che la chiave sia nel foro della vite, inizia a stringere il più possibile.

Durante l’avvitamento assicurati che tutti gli elementi alla forcella e alla barra siano in battuta. Se vedi che è troppo forte, possiamo mettere un po’ di grasso. Se c’è ancora del gioco da fare, questo significa che il sistema di compressione non è abbastanza stretto. In ogni caso, fatti aiutare da qualcuno se non riesci a stringere abbastanza.

Montare la ruota

Una volta che tutto è avvitato, controlla se la forcella è dritta. Se questo non è il caso, esistono diverse tecniche per rimediare. Puoi caricare temporaneamente la ruota per avere un riferimento visivo, oppure mettere la chiave sotto il monopattino di legno per avere un punto fisso, in modo da posizionare la forcella correttamente con un po’ di forza.

Il serraggio del manubrio e l’installazione della ruota anteriore.
Una volta che il sistema di compressione è in posizione, la barra dovrebbe essere diritta. In caso contrario, controlla se il manubrio e la forcella sono messi bene. Inoltre, rimetti la fascetta stringi tubo più dritta e in basso possibile in modo che tocchi la coppa. Quindi, quando tutto è dritto e non c’è più gioco, puoi stringere la fascetta.

Prima di montare la ruota anteriore, assicurarsi di aver serrato un’ultima volta la vite di compressione in modo che non si allenti troppo rapidamente.

Possiamo quindi montare la ruota, non esitare a portare la chiave grigia che faccia da guida all’interno del manubrio. Muoviti un po’ mentre spingi l’asse della ruota, in questo modo si adatterà senza problemi. Prendi le due chiavi e stringi la ruota il più possibile. Ricordati di controllare se gira bene. Una volta completato l’assemblaggio, è possibile procedere con una prova su strada.

Controllare le viti dopo una settimana

Una o due settimane dopo aver montato il tuo monopattino di legno, dopo averlo guidato un po’, potresti notare che c’è del gioco. Questo è il momento in cui il materiale ritorna alle sue caratteristiche originali, spesso è necessario stringere il monopattino. Ci sono alcuni posti in cui si può agire: nel freno, nella ruota posteriore e anteriore o nell’auricolare. Devi solo guardare questi tre punti, provarli e stringere dove è necessario fino a quando il gioco non è finito.

Inizia con il freno controllando il livello di tenuta di una vite che si trova sotto il ponte. Anche se si tratta di un nuovo mazzo, questa vite può ancora essere allentata. Quindi guarda le ruote e stringile, hai bisogno dell’aiuto delle due chiavi. Se, dopo aver serrato nuovamente il freno e le ruote noti che c’è ancora del gioco, è nello sterzo. Per serrarlo, ripetere gli stessi passaggi del montaggio, ma in ordine inverso.

Innanzitutto, svitare la fascetta stringi tubo. Il secondo passo è quello di svitare la ruota anteriore usando la chiave per spingere l’asse fuori dalla forcella.

Quindi, una volta svitato completamente il morsetto, controllare che la vite di compressione non sia svitata e serrarla il più possibile, se necessario. Dopodiché il gioco dovrebbe scomparire. Quando hai tutto serrato, segui le fasi di montaggio una per una: assicurati che tutte le parti siano dritte, metti la ruota anteriore e infine stringi la fascetta.

Nota: non avvitare e svitare mai una vite di compressione senza aver allentato un morsetto. Potresti ad esempio danneggiare la filettatura interna o addirittura rompere la stella di compressione nel manubrio.

Ergonomia e comfort del monopattino in legno

È in termini di ergonomia che i monopattini moderni differiscono di più. Ti consigliamo in particolare di verificare questi criteri in un monopattino in legno.

Altezza del manubrio: 90 cm per una persona di 1,80 metri è un minimo da raggiungere se si vuole evitare il mal di schiena a lungo andare.

Qualità delle maniglie: è da qui che saliranno le vibrazioni che possono essere molto spiacevoli: percorri 1 o 2 km per avere un’idea della sensazione.

Dimensioni e materiale del poggiapiedi: per i piedi grandi, fai molta attenzione a questo punto, poiché alcuni modelli offrono poco spazio. Non è proprio pratico da manovrare. Per quanto riguarda il materiale, a volte troverai materiali specifici, come la tavola Micro flex, che fornisce una certa quantità di sospensione.

Altezza da terra: contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le ruote grandi non sono sempre una buona cosa se si traducono in un’altezza del poggiapiedi alta da terra. Il rischio è quello di dover piegare le ginocchia con un mezzo sproporzionato per andare avanti. La cosa migliore è guidare per pochi metri e noterai subito il problema.

Freno: non esitare a provare la frenata ad alta velocità e / o su strada bagnata. La maggior parte dei modelli venduti in commercio ha scarse capacità in quest’area. È meglio saperlo in anticipo per evitare incidenti.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma la tecnologia e l’elettronica sono quelli che preferisco. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
miglioremonopattino.it